Corso di chitarra classica – Lezione 1

Corso di chitarra classica per principianti – Lezione 1

Hai una passione per la musica classica e vorresti imparare a suonare la chitarra classica per partire dalle basi ed ottenere una tecnica eccellente d’esecuzione? Vuoi seguire un corso di chitarra classica per principianti e non solo online, gratis e senza impegno? Allora sei capitato nel posto giusto. In questo corso ti insegnerò a suonare la chitarra classica come fanno i maestri di conservatorio con i propri allievi. Lo studio della tecnica della chitarra classica è di fondamentale importanza per coloro i quali desiderano acquisire una pulizia di suono e una buona interpretazione dello spartito. Lo studio della musica classica richiede un background di teoria e solfeggio per poter leggere ed interpretare gli spartiti dei vari compositori classici. Se hai carenze sulla Teoria Musicale, consulta il link e segui le mie lezioni di Teoria.

A proposito della chitarra classica Luigi Mozzani chitarrista del passato il quale fu anche grande esecutore, didatta, compositore, ma soprattuto liutaio affermò: “…Ora che ho fatto dei violini, violoncelli, lire, mandolini, dal risultato devo constatare che tecnicamente l’istrumendo più’ difficile è la chitarra… mi trattengo sulla difficoltà quasi insuperabile e che ha sempre stimolato la mia caparbietà, intendo dire la stabilita’ del manico”




Una citazione tratta da Wikipedia

Ecco un brano tratto da Wikipedia, a proposito delle origini della chitarra (ho preferito mantenere i link suggeriti da Wikipedia per una maggiore facilità nella consultazione dei termini):

La chitarra barocca, progenitrice della chitarra classica sviluppatasi a fine Settecento e di dimensioni assai modeste, ebbe nel XVII secolo una notevole diffusione, proseguendo il prezioso filone musicale del liuto e della vihuela; questi due strumenti vissero il loro ultimo splendore durante il periodo della musica barocca, prima di cadere definitivamente in disuso (recuperati in tempi recenti esclusivamente per l’esecuzione filologica delle composizioni dell’epoca). Fu soprattutto in Italia, in Spagna e in Francia che la chitarra barocca consolidò una ricca tradizione strumentale: chitarristi come Francesco CorbettaGaspar Sanz e Robert de Visée rappresentarono, per validità tecnica e gusto compositivo, una significativa controparte rispetto ai grandi protagonisti del liuto (John DowlandSylvius Leopold Weiss) e della vihuela (Luis de MilánLuis de NarváezAlonso Mudarra). Già sul finire del Seicento, e per buona parte del secolo seguente, l’attenzione verso la chitarra si dissolse, e con essa si offuscarono per lungo tempo la consapevolezza tecnica e lo sviluppo di un repertorio dello strumento.”  Se vuoi approfondire l’argomento collegati a questo link https://it.wikipedia.org/wiki/Chitarra_classica

 

Argomenti trattati in questa lezione




Postura corretta del chitarrista classico

Ti sei mai chiesto qual è la posizione giusta per studiare e suonare la chitarra classica? Se la tua risposta è negativa, leggi il paragrafo che segue e scopri come assumere una posizione adeguata per lo studio della chitarra classica.
Assumere una postura corretta è di fondamentale importanza per svolgere tante ore di studio con la tecnica della chitarra classica:
Per uno studio corretto e comodo è necessario che tu stia seduto sopra una sedia preferibilmente senza braccioli con un’altezza proporzionata alla propria statura che doni al corpo una normale armonia, ma soprattutto stabilità. È preferibile mantenere la testa e il busto in posizione eretta. Il piede sinistro deve poggiare su un piano alto 14/15 cm chiamato poggiapiede facilmente, richiudibile e trasportabile, il quale deve essere, in ogni caso, rapportato alla lunghezza della tua gamba, meglio se posizionata ad angolo retto.

La parte concava della chitarra deve poggiare sulla coscia e bisogna avvicinarsi con il petto aderendo alla cassa leggermente. Il braccio sinistro deve consentire l’appoggio della mano, rimanendo, però, parallelo al corpo e con l’avambraccio sollevato verso l’alto. Non forzarti ad assumere queste posizioni in maniera meccanica sii il più naturale e rilassato possibile. Il braccio destro, invece, deve essere un pò lontano dal corpo in modo da permettere all’avambraccio di appoggiarsi appena sotto il gomito sulla cassa della chitarra classica.




I segni sulla partitura del chitarrista classico e il loro significato

Nella partitura musicale (o spartito) di un chitarrista classico vi possono essere numerosi segni sia di agogica musicale che di grafia, che di segni. I simboli e le diteggiature per chitarra classica semplificano il lavoro dell’esecutore rendendo la lettura e l’interpretazione musicale più semplice.

Ecco alcuni dei segni, spiegati nel loro significato,  che potrai trovare in una partitura per chitarra classica:

L’impostazione della mano destra nella chitarra classica

La corretta impostazione della mano destra (mano sinistra per i mancini) per il chitarrista classico  gli consente un notevole sviluppo della tecnica e il superamento di notevoli difficoltà nell’esecuzione. La mano destra per il chitarrista classico è davvero tutto, infatti, dalla pulsazione delle corde dipende la qualità del suono. Dalla dinamica che applicano le dita della mano destra dipende il ritmo e la gamma di sonorità che sono necessarie ad una esecuzione impeccabile. L’avambraccio dovrà poggiare sulla curva superiore della cassa della chitarra, più o meno all’altezza del ponte,esso dovrà essere indirizzato verso sinistra, verso la parte terminale della tastiera. Il polso,invece, dovrà piegare verso il basso, in maniera tale da portare la mano in posizione verticale rispetto alla posizione dello strumento.

Ecco un esempio di impostazione corretta della famosa chitarrista classica Alexandra Whittingham

 

Come si può notare dalla foto le dita aderiscono delicatamente non strette e con una leggera curvatura. Le dita che andranno a pizzicare le corde sono quattro (4): Pollice,indice, medio e anulare. Il mignolo non è usato nello studio accademico della chitarra classica e viene usato in tecniche flamenco come il rasgueado.

Se vuoi saperne di più sugli altri usi della mano destra nello studio della chitarra? Consulta anche la mia lezione sulla La mano destra.

 

Alcuni Consigli utili

Ricorda che è importante che:

  1. Il mignolo anche se escluso dall’esecuzione deve seguire il movimento dell’anulare ed evitare l’irrigidimento della mano.
  2. Il pollice pizzica le corde con la punta sinistra della falange, andando in direzione dell’indice
  3. I polpastrelli delle dita, indice, medio ed anulare dovranno pizzicare le corde con moderazione per creare un buon suono
  4. Ogni contrazione violenta compromette l’articolazione e la stabilità della mano, rimani sempre rilassato
  5. Il rilassamento psicologico è importante per mantenere rilassate entrambe le mani.

 




 

Arrivederci alla prossima lezione del corso di chitarra classica.

Ti è piaciuta la lezione? Lasciami un like sulla mia pagina FB oppure visita il mio canale youtube per tutorial e lezioni di chitarra gratuite

 

Be the first to comment

Rispondi