Il principio degli Accordi mobili

Il principio degli Accordi mobili

Risalendo la tastiera si scopre che tutte le note naturali distano due tasti (un tono), tranne E – F
e B – C che distano un tasto (un semitono). Questo principio può essere applicato agli accordi come segue:

  1. Se suoni F Maggiore, F minore e F7 sul primo tasto, puoi (usando la stessa diteggiatura) suonare G Maggiore, G minore e G7 a partire dal terzo tasto e così via
  2. Tutte le forme mobili non hanno corde a vuoto
  3. Diesis e Bemolle alterano l’accordo dopo un tasto

I numeri Romani (chiamati marcatori di posizione) indicano il tasto sul quale il primo dito suona

La parte più difficile quando si imparano a suonare gli accordi sulla chitarra è quella di riuscire a praticarli in maniera veloce e con uno sforzo consapevole lungo tutta la tastiera. Questo è principalmente un problema fisico che può essere superato nel tempo con la pratica. Negli esercizi e brani che saranno proposti in questo libro vi saranno numerose specie di accordi che dovranno essere memorizzate ed interiorizzate nel tempo. E’ importante non cambiare le diteggiature proposte in nessun caso. Un Esercizio utile sarà quello di praticare cromaticamente (tasto dopo tasto NdA) sù e giù sulla tastiera, le varie forme di accordi mobili.

Gli Accordi con il Barrè

Gli accordi con il barrè consentono di spostare sulla tastiera della chitarra in base al principio degli accordi mobili sopra elencato, esso funziona come una specie di capotasto mobile, capace di arrivare negli angoli più remoti della chitarra. Questi tipi di accordi sono all’inizio molto ostili, ma successivamente consentono di suonare in ogni tonalità. Il barrè completa, la conoscenza degli accordi maggiori e minori in tutte le tonalità. Gli accordi con il barrè (Capotasto), in genere, sono delle triadi. Nell’esempio sottostante vi sono i principali accordi barrè.
Questi tipi di accordi, per essere classificati e facilmente individuabili sul manico della chitarra, si dividono in due categorie:

Accordi barre con tonica sulla sesta corda (Maggiori e Minori)

Accordi barre con tonica sulla quinta corda (Maggiori e Minori)

Gli accordi barrè con tonica sulla sesta corda seguono la posizione di F maggiore/minore

Gli accordi barre con tonica sulla quinta corda seguono la posizione di B Maggiore/minore

Alcune Precisazioni sugli accordi barrè

È evidente che ciò è riferito sia alle forme di accordi maggiori che quelle minori. Inoltre, è utile visualizzare dove si trova la tonica(nota che conferisce il nome all’accordo),il più in basso possibile(sul pentagramma)in maniera da visualizzarla immediatamente (infatti, in questo caso, è la nota che si trova sull’indice della mano sinistra).

A proposito di ciò è utile rappresenta la tavola dei gradi per chiarificare la posizione delle sette note di una scala e il loro ruolo all’interno della tonalità.

  • Primo grado tonica
  • Secondo grado sopratonica
  • Terzo grado mediante (caratteristica)
  • Quarto grado sotto dominante
  • Quinto grado dominante
  • Sesto grado sopra dominante
  • Settimo grado sensibile

Da ciò si ricava il ruolo della tonica, che nel caso degli accordi, dà il nome all’accordo anziché alla tonalità.
È utile esercitarsi con queste posizioni per familiarizzare quanto più possibile con esse.

Approfondisci qui

Esercizi Consigliati:

  • Pratica la stessa posizione cromaticamente(Ovvero trasportandola su tutto il manico della chitarra).
  • Applica lo stesso principio partendo da posizioni diverse.
  • Includi nel tuo repertorio brani che presentano posizioni col barrè.
  • Crea delle progressioni armoniche
Leave a Reply

Rispondi